News

L’abbandono estivo, in coincidenza con le vacanze, si è ridotto notevolmente grazie all’impegno del Fondo Amici di Paco. Ne parliamo sul numero 80 di Amici di Paco.


ABBANDONO ESTIVO: MITO O REALTA?

Il Fondo Amici di Paco è stato la prima associazione, 26 anni fa, a contrastare l’abbandono con importanti campagne di sensibilizzazione che hanno radicalmente mutato leggi, regolamenti, usi e abitudini a favore di chi vive con un cane o un gatto, rendendo più facile viaggiare con loro e riducendo gli abbandoni. Ne abbiamo parlato con Diana Lanciotti, scrittrice, giornalista e fondatrice del Fondo Amici di Paco che ci spiega come il fenomeno dell’abbandono sia mutato nel tempo.

Adottati o acquistati a Natale per soddisfare i capricci di un bambino, e mollati tra gennaio e marzo, o tra metà giugno e metà settembre, con l’arrivo delle vacanze. È stato per anni il destino di migliaia e migliaia di cani e di gatti, scelti con leggerezza e poi abbandonati con altrettanta leggerezza e, soprattutto, con elevatissime  probabilità di morire di stenti, schiacciati da un’auto o essere vittime di violenze.  Poi arrivò lui, Paco, e tutto cambiò. Cambiò perché Paco, che aveva subito lo stesso destino di quelle migliaia di cani e di gatti, incontrò chi vide in lui un cane straordinario e, in seguito, l’opportunità di svelare a tutti il volto tragico del randagismo e cambiare i destini di tutti i cani e i gatti che, grazie a lui, si salvarono e tutt’oggi si salvano. Paco fu adottato da Diana Lanciotti e dal marito Gianni Errico nel marzo del 1992 al canile di Verona. Il resto è storia conosciuta: Paco, cane dal carisma straordinario e dalla personalità straripante, divenne il protagonista del più cult dei cult della narrativa animalista, Paco, il Re della strada. Un libro adottato anche nelle scuole, che ha aperto gli occhi, la mente e il cuore di adulti e ragazzi. Paco divenne un mito, colui che incarna la speranza di riscatto per tutti i cani e i gatti vittime di soprusi. Al primo libro ne seguirono altri tre, che hanno incoronato Paco non solo re della strada, ma re del cuore di migliaia e migliaia di lettori di ogni età. Grazie a Paco e in nome di Paco, in questi 26 anni di attività il Fondo Amici di Paco ha inciso profondamente sui rapporti tra uomo e animali, creando una consapevolezza e un rispetto nuovi verso i nostri amici più sinceri.
Importante figura di riferimento nel mondo dell’associazionismo e del no-profit, oltre che esperta di comunicazione, Diana Lanciotti, fondatrice dell’associazione, è giornalista (direttore editoriale della rivista Amici di Paco) e scrittrice, con all’attivo ventiquattro libri, come il già citato Paco, il Re della strada, Boris, professione angelo custode, Black Swan-Cuori nella tempesta, La gatta che venne dal bosco, I cani non hanno colpe, Ogni gatto è un’isola. Il più recente, Cuori grandi così, èun toccante fotoracconto ambientato ai Fratelli Minori di Olbia, uno delle decine di rifugi sostenuti dall’associazione. Iniziamo proprio da questo, per parlare più estesamente del fenomeno dell’abbandono, di com’è cambiato, e che cosa si può fare per debellarlo.

Per leggere l’intervista a Diana Lanciotti:

 

https://www.dianalanciotti.it/abbandono-estivo-mito-o-realta/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − cinque =

Commenti sul post